Fa resuscitare una Opel del 1969 e la porta al traguardo della Targa Florio

Postato in Personaggi  -  22 Maggio 2014

Domenico Mannino a bordo dell'Opel Gt prima della trasformazione in auto da rally

Nella sua voce c’è ancora l’adrenalina e l’emozione per aver tagliato il traguardo all’historic rally Targa Florio con il gioiello di famiglia.

Il tesoro a quattro ruote è una Opel Gt 1900 del 1969 che, con Opel Riolo Palermo tra gli sponsor, nella storica gara siciliana di velocità su strada si è classificata al nono posto assoluto, quarta nel raggruppamento e seconda nella classe di appartenenza B4. A bordo il pilota e proprietario della vettura Francesco Mannino e il navigatore Sagj, pseudonimo di Salvatore Giambrone.

Mannino, 46 anni, è un imprenditore del settore impiantistica. Cinque anni fa ha deciso di recuperare quella vecchia Opel, acquistata dal padre Domenico, quando la famiglia gestiva la concessionaria Ludomann Opel Enna. L’auto era finita nella casa di campagna, parcheggiata per decenni. Nel 2009, Francesco Mannino ha aperto uno sportello e ha provato a rimetterla in moto. “È stato incredibile il fatto che si sia riaccesa subito”. Gli interni erano integri, la carrozzeria in ottimo stato.

Poi le modifiche al motore e nei giorni 8-9-10 maggio l’ottima performance con i 700 chilometri percorsi sui tornanti delle Madonie. “È stata un’avventura emozionante – confessa il pilota - che soddisfazione”. Ed ora? “Non ho programmi, al momento – conclude Mannino - mi godo il risultato. Di sicuro c’è che la macchina non finirà più in abbandono. Voglio lasciarla ai miei figli come si fa con un patrimonio di famiglia”. 

Share

E' un'iniziativa